Il Colosseo (Anfiteatro Flavio)

Il Colosseo – o Anfiteatro Flavio – è probabilmente il simbolo per eccellenza della città di Roma.

Il Colosseo è una tappa obbligatoria per tutti coloro che sono in visita nella Capitale, con il suo aspetto maestoso e imponente, riempie di stupore gli occhi di che lo guarda per la prima volta e cattura l’attenzione dei romani che vi si imbattono frettolosi durante la loro frenetica quotidianità.

La storia

Sin dal Medioevo, l’Anfiteatro Flavio fu chiamato Colosseo per due principali motivazioni: le sue grandi dimensioni e la sua vicinanza all’imponente statua del Colosso di Nerone.

La storia di questo emblema della romanità è strettamente connesso alla figura di Nerone in quanto fu costruito per volontà della dinastia Flavia  con l’obiettivo di restituire alla cittadinanza lo spazio sottrattogli da Nerone per costruire la Domus Aurea, ovvero l’ambizioso ed estroso progetto architettonico nato dalla sua volontà di celebrare la propria figura al pari di una divinità.

Per Vespasiano, invece, il Colosseo rappresentava il modo per dimostrare ai romani la differenza tra il suo principato ed il precedente.

Struttura e architettura

La struttura architettonica del Colosseo si articola su tre ordini: tuscanico, ionico e corinzio, sormontati da un attico in muratura continua.

 I dettagli decorativi sono realizzati in maniera sempre più semplificata, procedendo dal basso (più elaborato) verso l’alto (meno lavorato poiché lontano dalla vista dell’osservatore). Questo aspetto denota la praticità e la concretezza del pensiero architettonico romano, focalizzato sull’aspetto utile delle strutture e degli edifici piuttosto che sulla loro funzione meramente decorativa.

Roma Colosseo
Roma, il Colosseo dal Colle Oppio

Nell’attico sono ancora presenti le piccole mensole che costituivano la base d’appoggio per le antenne lignee, ovvero dei lunghi pali che costituivano la struttura sulla quale veniva montato il velario: una copertura di stoffa pensata per proteggere gli spettatori dal sole e dalla pioggia e montato da un gruppo di esperti marinai della flotta romana.

Dal passato ad oggi

Nel Colosseo si tenevano spettacoli differenti da quelli normalmente inscenati nei teatri come tragedie, commedie ed altre rappresentazioni. Il Colosseo era il luogo dei grandi spettacoli come le naumachie, le lotte tra gladiatori e combattimenti cruenti tra uomini e animali feroci.

In epoca medievale, il Colosseo conobbe un momento oscuro, che relegò nel passato la sua funzione sociale e la sua importanza come edificio costruito per la comunità e dedito all’aggregazione sociale e l’intrattenimento del popolo; in questo periodo l’anfiteatro venne utilizzato come cava e come fonte di materiali di spoglio per la costruzione di altri edifici.

Oggi la bellezza ma soprattutto il valore storico del Colosseo sono riconosciuti in tutto il mondo e da tutti i turisti che, ogni giorno, passeggiano sotto la sua ombra, con il naso all’insù, affascinati e ammirati dal senso di storia e dalle vibrazioni del passato che si sprigionano da ognuna delle sue pietre.

Orari

Aperto tutti i giorni.
Dalle 08.30 alle 17.00 dal 16 febbraio al 15 marzo
Dalle 08.30 alle 17.30 dal 16 all’ultimo sabato di marzo
Dalle 08.30 alle 19.15 dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto
Dalle 08.30 alle 19.00 dal 1 settembre al 30 settembre
Dalle 08.30 alle 18.30 dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre
Dalle 08.30 alle 16.30 dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio
La biglietteria chiude un’ora prima

Festività
Chiuso 25 dicembre
Aperto 24, 26 e 31 dicembre con orario consueto
Aperto 1 gennaio ore 10.00-16.00.

Link utili

Per approfondimenti Pagina ufficiale Turismo Roma http://www.turismoroma.it/cosa-fare/colosseo-2
Info e prenotazioni +39 06 39967700
Acquisto biglietti http://www.coopculture.it/colosseo-e-shop.cfm

Altezza richiesta da questo div per abilitare la barra laterale fissa